Olio extra vergine di oliva della Tuscia: come conservarlo in estate

Se siete degli amanti dell’olio extra vergine di oliva della Tuscia sicuramente vi starete chiedendo come conservarlo in estate.

É una domanda per niente sciocca, ed effettivamente per custodire il vostro olio EVO al meglio, durante gli afosi mesi estivi, vi è bisogno di qualche accorgimento in più. Quali?

  1. Scegliete un luogo con determinate caratteristiche

Le parole d’ordine sono buio e fresco. La luce e la temperatura sono alcuni dei più importanti fattori esterni che possono danneggiare il vostro olio d’oliva.

Perciò per conservare il vostro olio extravergine di oliva della Tuscia, specialmente nei mesi estivi, è necessario prediligere uno spazio che non sia esposto a nessun tipo di luce, sia del sole che artificiale, e dove sia possibile mantenere una temperatura ottima. Non troppo caldo, né troppo freddo, l’ottimo si trova tra i 14 e i 18 gradi centigradi.

Una credenza senza vetri è presumibilmente la migliore delle opzioni, ma occhio che non si trovi sopra o vicino ai fornelli!

  1. Selezionate contenitori adatti e richiudeteli bene

Come già saprete, l’ossidazione è uno dei maggiori problemi nella conservazione dell’olio extravergine di oliva, dato che il contatto con l’ossigeno porta all’alterazione delle proprietà chimiche dell’olio.

Per questa ragione, è indispensabile che il contenitore del vostro olio EVO sia delle giuste dimensioni e sempre ben chiuso in modo da non esporre l’olio extra vergine di oliva a questo agente esterno.

Inoltre, i materiali giocano un ruolo importante nel mantenimento dell’olio extravergine di oliva della Tuscia. Perciò se decidete di travasare il nostro olio extravergine, optate sempre per contenitori puliti in acciaio inossidabile, latta, porcellana oppure vetro dal colore scuro. In modo da proteggerlo non solo dalle molecole d’ossigeno ma anche dalla luce!

  1. Fate attenzione al tempo che passa

Ricordatevi, che l’olio di oliva è un alimento vivo e naturale. E in quanto tale, anche esso ha un tempo di vita finito.

State attenti alla data d’imbottigliamento del vostro olio extravergine di oliva della Tuscia e cercate di consumarlo nell’arco di tempo ottimo tra i tre e gli otto mesi, e ma mai oltre i diciotto!

Olio extravergine di oliva della Tuscia, un tesoro che va custodito

Vi consigliamo di prendervi cura dell’olio extravergine di oliva della Tuscia tutto l’anno in modo da poterlo assaporare nel fior fiore delle sue eccellenti caratteristiche salutari e culinarie!